FME Education

Con l’espressione Comunicazione Aumentativa e Alternativa (CAA) viene indicato un insieme di tecniche e strumenti utilizzati per semplificare e migliorare l’interazione delle persone con difficoltà di comunicazione. I primi esempi sono rintracciabili negli Stati Uniti, a partire dagli anni ’50, nelle famiglie con persone affette da disabilità. Gli studi effettuati condussero negli anni al primo programma di CAA realizzato nell’Ospedale di Iowa City tra il 1964 e il 1974 e rivolto a bambini affetti da paralisi cerebrale infantile.

Grazie ai risultati raggiunti, la Comunicazione Aumentativa e Alternativa è oggi in grado di supportare le persone con difficoltà di comunicazione in diverse modalità: a tal fine viene utilizzato un ampio set di tecniche e strategie con simboli, immagini e parole, facendo ricorso anche agli strumenti tecnologici. Da un lato, i metodi della CAA sono ‘aumentativi’ perché, oltre a sostituire o proporre nuove modalità di comunicazione, consentono di incrementare le possibilità tramite vocalizzazioni, gesti e segni; dall’altro sono ‘alternativi’ perché mettono a disposizione tecniche e strategie diverse dal linguaggio parlato.

In tutto ciò, la tecnologia ha dato un impulso notevole per la crescita della CAA offrendo risorse e strumenti aggiuntivi di pari passo con lo sviluppo tecnologico. Si pensi alle modalità di comunicazione digitale quali immagini, testi, simboli, voci sintetiche o video per creare messaggi personalizzati in base alle capacità e preferenze dell’individuo. Inoltre, con la tecnologia è possibile combinare varie modalità di comunicazione per facilitare la comprensione e l’espressione. Un approccio che FME Education condivide con il fine di migliorare sempre più l’inclusione delle persone con difficoltà di comunicazione.

CAA e tecnologia sono dunque due elementi che, se combinati, estendono le possibilità di interazione e facilitano l’inclusione sociale nei casi, ad esempio, di disabilità intellettive, disturbi del linguaggio, lesioni cerebrali o altre condizioni che influenzano la comunicazione. Ne deriva un’accresciuta partecipazione alla vita quotidiana, ai rapporti sociali e, ovviamente, anche all’istruzione. Obiettivi verso cui FME Education mette a disposizione esperienza e competenza a supporto degli studenti, degli insegnanti e delle famiglie.

Oltre al compito di fornire istruzione e strumenti utili al proprio progetto di vita, la scuola può essere anche divertente? È possibile rendere le esperienze di apprendimento piacevoli e coinvolgenti? Continua a leggere

FME Education

Esperienze di formazione più coinvolgenti, interazione incrementata tra studenti e insegnanti, sperimentazione di situazioni reali in contesti digitali, nuove competenze. Continua a leggere

FME Education

12,1 miliardi di euro è la somma complessiva stanziata dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per finanziare progetti relativi alla scuola, dei quali circa 800 milioni destinati alla costruzione di nuove strutture Continua a leggere

fme education

Superato il periodo di isolamento dovuto alla pandemia e ritornati all’insegnamento in presenza, da più parti ci si è interrogati sull’importanza e sull’attuabilità di integrare la didattica tradizionale Continua a leggere

Spazi e ambienti influiscono sulla didattica e sui processi di apprendimento: partono da questo presupposto gli interventi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza dedicati all’innovazione nel sistema scolastico italiano. Continua a leggere

Introdurre la realtà virtuale negli istituti scolastici può migliorare l’esperienza di apprendimento degli studenti. Derivano da questo presupposto i progetti realizzati a livello nazionale per coniugare la realtà virtuale e la formazione, consentendo a chi studia di immergersi in ambienti d’apprendimento digitali. Continua a leggere

arte digitale metaverso fme education

Nonostante il metaverso abbia cominciato a farsi conoscere su larga scala a partire dall’autunno 2021, cioè nel periodo in cui Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook (Meta), ha rivelato la sua nuova iniziativa di interazione virtuale Continua a leggere

FME Education

Negli ultimi anni abbiamo assistito a un’accelerazione nell’adozione delle tecnologie nella didattica digitale: strumenti che nei periodi più difficili della pandemia hanno consentito di proseguire con la didattica anche a distanza. Continua a leggere

Fme Education scuola 4.0

È incentrata su due direttrici principali la strategia del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza a beneficio del sistema scolastico italiano: un risultato che deriva dal “Piano Scuola 4.0” approvato a giugno 2022 in attuazione della linea di investimento 3.2 “Scuola 4.0 Continua a leggere