Una straordinaria dimensione patrimoniale e paesaggistica, modelli di sviluppo sostenibile su base culturale, interventi di supporto provenienti dall’ambito locale e regionale, sia pubblico che privato: sono questi alcuni degli elementi alla base del titolo di “Capitale Italiana della Cultura” assegnato alla città di Procida per il 2022. Continua a leggere

Cambiamento culturale e nuove sfide. Presentata lo scorso giugno in occasione della Conferenza Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile, la nuova SNSvS (Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile) delinea una visione di futuro fondamentale per poter affrontare le sfide future. Continua a leggere

Parliamo di cultura e tecnologia: cosa si intende per applicazione delle nuove tecnologie al settore culturale? E quali i maggiori benefici con la creazione di un solido accostamento cultura-tecnologia? Per rispondere a queste domande è necessario fare alcuni passi indietro e ricordare la rivoluzione tecnologico-informatica degli scorsi decenni, la cui portata ha rivoluzionato diversi aspetti della vita umana: attività lavorative, formazione, tempo libero, senza escludere i rapporti personali. Continua a leggere

FME Education: cultura e ripartenza

Parchi archeologici, complessi monumentali, musei, opere d’arte di ogni tipologia: è l’immenso patrimonio storico-culturale per il rilancio del nostro Paese, punto di riferimento a livello internazionale nel settore. Continua a leggere

FME Education: cultura e crescita personale

Nel diritto alla cultura risiede la libertà degli individui di accedere al patrimonio culturale nelle diverse comunità. Un principio riconosciuto anche dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, che stabilisce nell’articolo 27 che “ognuno ha il diritto di partecipare liberamente alla vita culturale della comunità, di godere delle arti e di condividere il progresso scientifico e i suoi benefici”. Continua a leggere

Rendere il patrimonio storico-culturale fruibile per le future generazioni con l’eliminazione di barriere di tipo fisico, sociale e cognitivo, e digitalizzare per proporre nuove modalità di approccio alla cultura. Sono questi alcuni degli obiettivi delineati dal PNRR nelle linee di azione connesse al settore culturale e turistico, aree per cui il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza destina risorse pari a 6,675 miliardi di euro. Continua a leggere

Istituito nel 2014, il titolo di Capitale Italiana della Cultura si pone l’obiettivo di sostenere e incoraggiare la capacità progettuale e attuativa delle città, in un’ottica di valorizzazione della leva culturale per la coesione sociale e lo sviluppo economico. All’assegnazione annuale del titolo possono candidarsi Comuni, Città Metropolitane e Unioni di Comuni. Continua a leggere

In che modo connettere la ripartenza del Paese con il potenziale della cultura per ripensare il sistema culturale italiano? È una questione di grande rilevanza su cui, tra addetti ai lavori e non, sono diverse le prospettive e le proposte. Il punto di partenza può scaturire da una valutazione del patrimonio esistente: su questo il Paese non ha eguali in quanto a ricchezza storica e culturale, tra aree e parchi archeologici, complessi monumentali, musei, collezioni e opere di ogni tipologia. Continua a leggere

FME Education: Giornata Internazionale dei Musei

“I musei hanno il potere di trasformare il mondo attorno a sé”: recita così lo slogan ideato per l’edizione 2022 della Giornata Internazionale dei Musei, celebrata ogni anno il 18 maggio. Un evento che sottolinea il ruolo del museo come importante mezzo di scambio culturale, arricchimento tra culture e sviluppo di comprensione e cooperazione tra i popoli. Continua a leggere

A partire dalla scorsa estate la cultura è entrata a far parte dei lavori del G20, il forum che riunisce i 20 Paesi più industrializzati al mondo. È un passaggio di grande rilevanza che, oltre a focalizzare l’attenzione sul settore in senso stretto, ne riconosce l’importanza in termini economici e di sviluppo. I Paesi firmatari si sono impegnati anche a organizzare forze nazionali in coordinazione con l’UNESCO col fine di tutelare i siti Patrimonio dell’Umanità. Il patto è stato siglato dai Ministri della Cultura del G20 riuniti il 29 e 30 luglio 2021 a Roma, sotto la Presidenza italiana del G20. Continua a leggere