,

All’oratorio estivo si fa didattica con MyEdu!

MyEdu_Estate_in_oratorio

“L’oratorio estivo inedito” della parrocchia di Bollate punta sulla didattica con i laboratori digitali MyEdu!

L’oratorio estivo 2020: inedito!

Quest’anno l’oratorio estivo non sarà come gli altri anni, per nessuno. Le restrizioni imposte dalle linee guida regionali in termini di sicurezza hanno costretto tutti gli oratori a prevedere notevoli cambiamenti. Lo ha espresso bene l’Arcivescovo Mario Delpini al termine della Messa Crismale del 28 maggio:

A me sembra che due punti siano acquisiti. Il primo è che noi quest’anno non possiamo organizzare l’oratorio estivo. Non ci sono le condizioni per fare quello che abbiamo sempre fatto con tanta partecipazione dei ragazzi e gratitudine delle famiglieIl secondo è che noi non possiamo trascurare i ragazzi e gli adolescenti e far mancare a loro una proposta educativa di vita condivisa, di fede praticata, di giorni sereni. Se non possiamo proporre l’oratorio estivo e non possiamo trascurare i ragazzi e gli adolescenti, che cosa dobbiamo fare?  Io credo che dobbiamo raccogliere la sfida di inventare qualche cosa di inedito perché inediti sono la situazione e i vincoli che, presumibilmente, saranno posti dalle competenti autorità. Qualche cosa di inedito: creato non dal singolo prete, ma dalla comunità cristiana, leggendo il territorio, le risorse disponibili e le condizioni da curare perché non ci siano trasgressioni delle normative. Qualche cosa di inedito: che sia costruito con alleanza con altre istituzioni e risorse disponibili sul territorio. Qualche cosa di inedito: che non si esponga temerariamente a responsabilità ma che non si lasci bloccare da infondati timori. Qualche cosa di inedito. Noi ne siamo capaci!

E quindi vediamo di cosa è stata capace la parrocchia di Bollate (MI). Visto che la scuola, come tutti sappiamo, è stata vissuta a distanza dal mese di marzo fino alla fine dell’anno scolastico, ecco che l’oratorio ha pensato di portare un po’ di scuola in parrocchia per l’estate. In che modo? Con la collaborazione del team di MyEdu, editore specializzato in contenuti didattici digitali per la scuola primaria e secondaria di primo grado e che lavora con le scuole proponendo corsi di formazione per i docenti e laboratori interattivi per gli studenti.

La didattica di MyEdu entra in oratorio

Sono proprio i laboratori interattivi la novità digitale dell’estate 2020 all’oratorio di Bollate. Insieme a Marta e Leonardo, tutor del team MyEdu, i ragazzi dell’oratorio suddivisi in piccoli gruppetti, rispettando le distanze, con indosso le mascherine e nell’assoluto rispetto delle disposizioni previste, prenderanno parte alle attività didattiche di MyEdu. Durante le quattro settimane dell’oratorio estivo, ogni lunedì e mercoledì i ragazzi passeranno la mattina nel teatro della parrocchia, dove potranno partecipare ai percorsi digitali di MyEdu.

Durante le settimane in oratorio verranno trattati alcuni macro temi che gli animatori proporranno ai ragazzi con diverse attività. Ad esempio si parlerà di amicizia, di cibo, del creato e dei sogni. Le attività di MyEdu andranno proprio a inserirsi in questo programma, proponendo per le varie tematiche percorsi e contenuti interattivi diversi per ogni settimana. Ci sarà infatti spazio per il percorso digitale dedicato alle regole e alle emozioni, o per quello sul mare realizzato insieme all’Acquario di Genova con la supervisione di Mario Tozzi. Per rendere questi momenti ancora più coinvolgenti, i tutori MyEdu utilizzeranno anche il piccolo robot “Phi”, per sperimentare e affrontare i vari argomenti con il coding e la programmazione di base.

Grandi novità in arrivo quindi per tutti i ragazzi che parteciperanno all’oratorio estivo di Bollate. L’estate 2020, come dice lo slogan dell’oratorio di Bollate, è il “tempo per fare nuove tutte le cose”.

Su Rai Gulp si fa lezione con MyEdu

A La Banda dei FuoriClasse di Rai Gulp le lezioni si fanno anche con MyEdu!
Il nuovo programma Rai condotto da Mario Acampa e andato in onda per la prima volta il 20 aprile, ogni giorno entra nelle case di tutti gli studenti italiani costretti a concludere l’anno scolastico fuori dalle aule e lontani dai docenti. Tutte le mattine quindi tra una video lezione o i compiti da svolgere, i ragazzi potranno seguire le interessanti puntate della Banda dei FuoriClasse in onda su Rai Gulp dalle 9.15.

Continua a leggere

MyEdu Striscia la notizia per la scuola

MyEdu a Striscia la Notizia per didattica a distanza

Nella puntata di martedì 17 marzo 2020 a Striscia la Notizia nella sua rubrica dedicata all’innovazione digitale, Marco Camisani – Calzolari segnala gli strumenti che le aziende hanno messo a disposizione gratuitamente per continuare a studiare: insieme a “Big G” si parla anche di MyEdu!

Continua a leggere

Il gruppo dei decenti dell'IC di Codogno
, ,

Scuole chiuse: MyEdu parte da Codogno per affrontare l’emergenza

L’Editore digitale al fianco di insegnanti e studenti anche delle scuole di Codogno per garantire la prosecuzione delle lezioni attraverso la didattica a distanza.

Continua a leggere

,

Meno calcoli e più concretezza: a Torino una “Matematica da vedere” con Piergiorgio Odifreddi

Il Salone del Libro di Torino è stato rimandato a causa dell’epidemia di Corona Virus. Ma il progetto “Matematica da vedere” va avanti! 

Continua a leggere

MyEdu Robot Photon
,

MyEdu porta in classe la robotica educativa

Partita con le primarie dell’IC di Codogno, la sperimentazione con Photon e la robotica è entrata nel vivo con altre due scuole che hanno attivato il progetto: l’IC Acerbi di Pavia e l’IC di Predappio.

Milano, 28 gennaio 2019 – Tutti attorno a PHI, per toccarlo, coccolarlo e giocarci insieme! È in questo modo che termina il primo laboratorio Photon di MyEdu in una classe della primaria dell’IC Codogno, la Don Milani di Fombio (LO). In effetti l’ora è stata molto intensa: altissima l’attenzione dei ragazzi e grande la partecipazione. Il segreto? “PHI”, come MyEdu ha ribattezzato affettuosamente il robot Photon: un progetto didattico pilota che MyEdu porta in classe per introdurre l’insegnamento del coding in modo coinvolgente e innovativo.

Continua a leggere

MyEdu natale 2019
,

Caro Babbo Natale… che cosa chiedono i genitori italiani?

Una scuola più digitale, più gite ed esperienze formative e un aiuto per i compiti e le ricerche. Ecco i dati dell’Osservatorio sulla didattica digitale che MyEdu ha condotto nell’anno scolastico 2018/19 su un campione di 22.500 genitori, una vera e propria letterina di Natale.

MyEdu natale 2019

“Caro Babbo Natale…” Questa volta la lista dei regali di Natale l’abbiamo fatta fare a mamma e papà. I genitori italiani sono tra i più attenti alle esigenze dei propri figli e lo dimostrano nella cura che riservano alla loro educazione e nel cercare sempre strumenti innovativi per i loro bisogni formativi.

Continua a leggere

IC Ramati - Cerano
,

#Scuole MyEdu – ottobre ci porta anche in provincia di Roma!

Nel mese di ottobre da poco finito, i tutor di MyEdu sono stati impegnati in diverse scuole: dalla Toscana alla Lombardia, dal Friuli Venezia Giulia al Piemonte.

Continua a leggere

,

Conosciamo le prime #ScuoleMyEdu dell’AS 2019/20

Quest’anno scolastico è iniziato alla grande per MyEdu! In poco più di un mese le scuole che hanno aderito al progetto MyEdu School sono ben 18!

Continua a leggere

MyEdu_comitato MLV
,

“In buca per Giacomo” per il Comitato Maria Letizia Verga

MyEdu_comitato MLV

Si è svolta lo scorso venerdì  27 settembre la quarta edizione del torneo “In buca per Giacomo“. Il Golf Club La Pinetina di Appiano Gentile (CO) ha ospitato anche quest’anno la gara di golf organizzata da Alberto e sua moglie Michela per raccogliere fondi a favore del Comitato Maria Letizia Verga.

E il risultato è stato sorprendente.

“Una fantastica manifestazione – affermano gli organizzatori – in ricordo di Giacomo e a favore del Comitato Maria Letizia Verga, resa speciale dell’importante gradimento di tutti i partecipanti. E’ stata e sarà un tassello importante per guarire un bambino in più , tutti insieme. Il raggiungimento del risultato di 9.489 euro, è stato reso possibile anche grazie all’impegno munifico ed entusiastico da parte dei Nostri Sponsor principali”.

Continua a leggere