Sulle rive del Lago Maggiore l’aula è digitale!

La classe digitale di MyEdu School è arrivata a Pallanza sulle rive del Lago Maggiore. All’Istituto Paritario Rina Monti Stella docenti e studenti hanno vissuto con molto entusiasmo l’ingresso a scuola del nostro progetto: ai seminari di formazione e ai laboratori con i ragazzi, abbiamo infatti aggiunto su richieste dei docenti anche delle lezioni assistite. In questo caso la nostra tutor Lorella Binda ha supportato i docenti durante le lezioni in classe. Attività rese possibili anche grazie ai tablet MyEdu che abbiamo lasciato in dotazione gratuita alla scuola.

Le lezioni assistite

Al Plesso Guglielmazzi di Pallanza nelle classi di 1A e 1B le docenti hanno voluto proseguire il percorso didattico iniziato la settimana precedente con gli agenti del Corpo Forestale. L’approfondimento didattico è avvenuto pertanto sul tema del bosco esplorato e approfondito con i contenuti didattici digitali presenti in MyEdu School. Le classi terze hanno invece hanno affrontato il tema del ciclo dell’acqua, mentre i ragazzi di 4A e di 5A hanno approfondito le civiltà egizia e romana.

FME Education_Egitto_contenuti_digitali

Anche alla primaria Peron di S.Anna i ragazzi hanno potuto assistere alle lezioni digitali tenute con il supporto della nostra tutor.  Oltre al bosco e alle civiltà egizie proposte ai coetanei del plesso di Pallanza, ai ragazzi di 5A è stato illustrato anche un percorso didattico specifico sul pianeta Terra.

Il progetto Aula 3.0

All’IC Rina Monti Stella c’è poi un plesso in particolare, la primaria Tozzi di Suna, che ha trovato molto interessanti e funzionali i contenuti proposti in MyEdu School. Il motivo? Da settembre questa scuola ha avviato il progetto “Aula 3.0” per trasformare le classi in laboratori di ricerca attivi e flessibili. Questo progetto prevede una riorganizzazione del concetto di aula: dallo spazio fisico della classe (banchi e sedie), all’ingresso in classe delle nuove tecnologie multimediali. Anche la metodologia didattica cambia e diventa più collaborativa e innovativa, basata sul dialogo e sulla collaborazione tra insegnanti e studenti. Ecco la testimonianza pubblicata sul sito della scuola:

“Gli alunni, in accordo con le famiglie, portano a scuola i loro tablet, per svolgere le attività proposte, che variano dalla realizzazione di brevi filmati, all’ingresso nei portali MyEdu School, per attività di studio e di ricerca, o Code.org, per attività di avvio al pensiero computazionale”.

Ringraziamo i docenti che ci hanno accolto con tanto entusiasmo: buona continuazione con MyEdu!