MyEdu e la Cittadinanza Globale: a Torino le nuove proposte digitali per i ragazzi e le scuole

Dal 9 al 13 maggio appuntamento al Lingotto per scoprire nuovi percorsi di educazione alla cittadinanza alla fiera del libro più attesa dell’anno

STD_MyEdu_salone del libro-maggio-2019

MyEdu al Salone del libro di Torino

La scuola digitale, quella vera, fatta non solo di tablet connessi ma soprattutto di risorse multimediali interattive, percorsi digitali tra le materie, app per imparare giocando, workshop e laboratori: tutto questo sarà offerto al Salone di Torino, allo stand MyEdu. Anche quest’anno infatti l’Editore non poteva mancare all’evento più atteso per gli amanti della cultura e della formazione.

Tra le novità del 2019 una nuova proposta didattica dedicata ai ragazzi della scuola primaria: un viaggio tra regole ed emozioni, dal rispetto reciproco all’educazione a una cittadinanza globale. Il rispetto degli altri è la base della convivenza civile: il laboratorio interattivo, organizzato insieme a Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo nell’ambito del progetto Riconnessioni, accompagna i ragazzi in un viaggio digitale che esplora le emozioni per comprendere le regole del vivere insieme.

L’attenzione ai temi della cittadinanza, iniziato con il laboratorio realizzato in collaborazione con l’Acquario di Genova, prosegue e si sviluppa ulteriormente in linea con le priorità indicate nel documento di Strategia Italiana per l’Educazione alla Cittadinanza Globale del MIUR che ne promuove l’applicazione in ogni ambito educativo.

Ma che cosa significa Cittadinanza Globale? Significa precisamente educare a “vivere insieme” per fornire alle nuove generazioni quel bagaglio di conoscenze, competenze, valori e comportamenti necessari a formare cittadini responsabili che con senso critico si adoperino per costruire un mondo equo e sostenibile, dal punto di vista sociale e ambientale. Strumento strategico per il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU, l’educazione alla cittadinanza è quindi un’azione trasformativa, poiché sollecita il discente ad agire per un cambiamento.

I giochi e le simulazioni realizzate attraverso la tecnologia digitale sono riconosciuti tra le metodologie didattiche innovative più efficaci a questo scopo, poiché permettono ai ragazzi di prendere confidenza con mondi altri da sé. Ecco quindi come MyEdu punta a sfruttare la tecnologia digitale come strumento abilitatore, finestra su mondi lontani e altrimenti irraggiungibili, nell’ottica di una scuola partecipativa e aperta.

È questa una visione che MyEdu porta da anni nelle scuole di tutta Italia anche in virtù dell’accordo siglato con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per la promozione dell’innovazione tecnologica nella scuola italiana. Ad oggi, MyEdu ha coinvolto oltre 150 istituti comprensivi sul territorio nazionale, fornendo a docenti e studenti della scuola dell’obbligo percorsi di formazione in didattica digitale, contenuti digitali interattivi e la dotazione tecnologica – i tablet – per accedere alla piattaforma digitale.

Punto distintivo della proposta di MyEdu sono proprio i contenuti che l’Editore ha realizzato in sinergia con gli obiettivi didattici definiti dalle più recenti Indicazioni Nazionali del MIUR e con l’obiettivo di mettere a disposizione dei docenti la “materia prima” per fare la vera scuola digitale.  Migliaia di lezioni digitali, video, attività interattive, schede scaricabili, prove Invalsi, monitoraggio dei risultati e tante funzionalità innovative che permettono al docente di personalizzare le proprie lezioni e allo studente di imparare giocando: queste sono le risorse di MyEdu, un portale ricco di risorse didattiche per la scuola, i compiti e la cultura generale.

Vi aspettiamo dal 9 al 13 maggio allo spazio di MyEdu al Pad. 1 Stand E86!